Dolci gluten free

Biscotti al doppio cioccolato gluten free

 
Sono sempre stata affascinata dalle lingue straniere perché ci danno una visione della cultura a cui appartengono. Sono una finestra sull’anima della gente. Soprattutto quando si parla di modi di dire. Ogni lingua, si sa, ha i suoi e a sentirne alcuni ci viene veramente da ridere. Ma d’altronde è proprio perchè non siamo abituati a sentirli. Così non dovrete affatto stupirvi se a Londra vi dicono che “piove cani e gatti” per farvi capire che sta piovendo a dirotto.

 

In Portogallo “non dar da mangiare il pan di Spagna all’asino” è un po’ come il nostro perle ai porci, ossia non dare una cosa di grande valore a una persona che non è in grado di apprezzarla. Se invece vi trovate in Finlandia e vi dicono che vi siete “fatti uscire una rana dalla bocca” significa che avete appena detto una cosa inappropriata (voglio vedere chi di voi sarebbe in grado di dirne anche solo una di appropriata in quella lingua! 😛 ).
Oppure se siete a Berlino e alla domanda di quanto dista Alexanderplatz vi rispondono: “il salto di un gatto” significa che siete vicinissimi.
Che poi, questi modi di dire hanno quasi tutti a che fare con gli animali. Curioso no? E voi, conoscete altri modi di dire “strani”? Magari anche dei vostri dialetti? Raccontatemi!
Io intanto per allietarvi il weekend vi lascio con dei biscottoni visti da Martha che ormai spopolano sul web. Il perchè l’ho capito anch’io dopo averli assaggiati!! Hanno la consistenza di un brownie, il sapore di un cubetto di cioccolato fondente, sono ideali anche per gli amici sglutinati, ottimi per smaltire degli albumi e si preparano in 5 minuti..e con questo credo di aver detto tutto! Provateli!!

 

Ingredienti per circa 15 biscotti:
180 g di zucchero a velo
100 g di nocciole o altra frutta secca
70 g di cioccolato fondente
45 g di cacao amaro
2 albumi
un abbondante pizzico di sale
In una ciotola setacciate lo zucchero a velo con il cacao e il sale. Unite il cioccolato tritato con il coltello e le nocciole anch’ esse spezzettate grossolanamente. Incorporate infine gli albumi senza montarli e amalgamate il tutto con una spatola senza mescolare troppo.
Distribuite il composto in mucchietti ben distanziati su una teglia con carta da forno. Nonostante non ci sia lievito, in cottura si allargano parecchio, quindi fate dei mucchietti di circa 4 cm ben distanziati tra loro.
Cuocete in forno già caldo a 160°  per circa 25 minuti e sfornate subito. I biscotti dovranno risultare croccanti fuori e morbidi dentro.
Note:
– non cuoceteli più del tempo indicato, altrimenti non otterrete l’ effetto croccante-fuori/morbido-dentro
– conservateli in una scatola per evitare che si secchino
– non fateli con il cioccolato al latte e non diminuite lo zucchero se volete ottenere dei biscotti tipo brownies 

Con questa ricetta partecipo al GFF

 

You Might Also Like

34 Comments

  • Reply
    m4ry
    14 novembre 2014 at 13:29

    Sempre stata negata io per i modo di dire…ecco, ora, ad esempio, non me ne viene in mente nemmeno uno 😀
    Dolcezza…questi biscotti sono uno spettacolo ! E io ti bacio :*
    Buon weekend 🙂

  • Reply
    Stefania FornoStar Oliveri
    14 novembre 2014 at 13:47

    Te ne dico uno in siciliano "u carboni s'un tinci, mascaria" Il carbone se non tinge, sporca, che vuol dire che comunque certe cose ti lasciano l'amaro in bocca nonostante tutto…
    Invece questi biscotti ti lasciano il dolce in bocca e questi li faccio al pargolo n. 3 che adoro i biscotti. Sono certa che questi li amerà!!!

  • Reply
    Giulia
    14 novembre 2014 at 14:01

    Addirittura 5 buoni motivi per provarli… a me sarebbe bastato anche solo il primo, insieme alla foto che da sola dice tutto! Segno e provo quanto prima.
    A presto

  • Reply
    Roberta Morasco
    14 novembre 2014 at 14:02

    Beh…qui io da buona veneziana potrei parire un capitolo intero….eh eh eh..
    Mi viene in mente quello che mi dicevano sempre (che scatole..) quando ero piccola "ciò ti xe magra impissada!" trad. "sei magra come un fiammifero" ^_^
    Biscottini da copiare, assolutamente!
    Un bacio e buon w.e. Chiara!

    • Reply
      lacucinadellostivale
      15 novembre 2014 at 11:47

      Lo dicevano anche a me in dialetto trentino che è molto simile!!! 😀

  • Reply
    Roberta Morasco
    14 novembre 2014 at 14:03

    ..volevo scrivere 'aprire'..si era capito? ^_^

  • Reply
    Alessandra C
    14 novembre 2014 at 14:15

    Oooohhhh e questa meraviglia della cara Martha io come mai me l'ero persa? Io che sono un'amante dei cookies, non posso non provarli 😀
    Riguardo i modi di dire, ce n'è uno che io uso spessissimo e mi fa troppo ridere, perché rende secondo me bene l'idea: "Arrivare dopo i fuochi", ovvero arrivare alla fine, sempre in ritardo, quando la festa è finita, insomma 😀
    Buon weekend 😀

    • Reply
      lacucinadellostivale
      15 novembre 2014 at 11:53

      Carino questo detto, devo usarlo con la mia responsabile che è perennemente in ritardo!!!

  • Reply
    Marghe
    14 novembre 2014 at 15:44

    E oltre che per i celiaci, vanno bene anche per la mia amica intollerante al latte <3 meravigliosi!
    Anche io sono sempre stata affascinata al massimo dalle lingue straniere sai?
    Ti abbraccio e ti auguro un bellissimo weekend!

  • Reply
    Ale
    14 novembre 2014 at 15:47

    hahahha… mi viene in mente I am busy as a bee….favolosi questi biscottti, oggi chocolate anche da me! ciao chiara!

  • Reply
    www.mipiacemifabene.com
    14 novembre 2014 at 18:05

    wow!

  • Reply
    Mary
    14 novembre 2014 at 20:44

    Curiosi davvero i modi di dire, in qualunque lingua si parli…mi viene in mente "you made my day", che significa "mi hai reso felice", "hai rallegrato la mia giornata"…e tu con questi biscotti lo hai fatto di sicuro!! Sono troppo golosi!! Baci e buon weekend carissima…Mary

  • Reply
    Ely Mazzini
    14 novembre 2014 at 20:46

    Wow che golosi, perfetti da gustare in qualsiasi momento della giornata… troppo buoni!!!
    Brava Chiara!!!
    Buona serata…

  • Reply
    Zonzo Lando
    14 novembre 2014 at 21:27

    Eheheh sono veramente bellissimi questi modi di dire 🙂 E vogliamo parlare dei tuoi biscotti? Troppo golosi! 🙂 Baci cara!

  • Reply
    Emanuela - Pane, burro e alici
    14 novembre 2014 at 21:48

    ho visto questi deliziosi biscottini su fb e sono venuta a prendermene uno! Posso? 🙂

  • Reply
    Alessia Mirabella
    15 novembre 2014 at 6:22

    Dalle foto si vede che si sciolgono in bocca….sono bellissimi! Tu sei brava, brava e brava…,mi piaci tanto, lo sai no? Ti abbraccio!

  • Reply
    Silvia Macedonio
    15 novembre 2014 at 17:23

    No va beeeehhhh ma devono essere meravigliosiiiiii!!! Belli lucidi e fondentissimi!!!

  • Reply
    Lilli nel Paese delle stoviglie
    15 novembre 2014 at 17:31

    e dopo le girelle che mi hai ispirato, replico una tua ricetta subito, il prima possibile, sono una biscottare sfegatata, una dipendente di cioccolato, ti ho detto tutto!!!! baci

  • Reply
    spuntiespuntini senza glutine
    16 novembre 2014 at 9:49

    Belli e senza farina!! buon GFFD 😉

  • Reply
    lapetitecasserole
    17 novembre 2014 at 3:56

    Meravigliosi Chiara!

  • Reply
    Michela Sassi
    17 novembre 2014 at 13:14

    che delizia Chiara, sono perfetti per il mio umore di oggi… sei bravissima, un abbraccio grande grande!

  • Reply
    Erica Di Paolo
    22 novembre 2014 at 7:57

    Bella questa parentesi linguistica ^_^ E cosa c'è di meglio, dopo un bell'allenamento di "conversazione" per ripagare l'attività linguistica? I tuoi biscotti sono da urlo!!!!!!
    Grande Chiara 😉

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Panini taglia small con mini cotolette impanate ai popcorn, maionese al TABASCO® e germogli di soia.